Inaugurazione del progetto salvatoriano ELKAP in Congo

Il 19 settembre 2015 i Salvatoriani nella Repubblica Democratica del Congo hanno ufficialmente inaugurato il loro progetto di elettrificazione rurale, ELKAP. In presenza del governatore del Katanga, dell’ambasciatore dell’Unione Europea e delle autorità locali hanno festeggiato insieme a migliaia di abitanti della regione. E’ stato un evento memorabile, con visite, canti e danze tradizionali e discorsi importanti, del quale hanno riferito i media addirittura a livello nazionale.

La Pro-Provincia missionaria del Congo ha messo su ELKAP (ELectricité pour KAPanga; Kapanga è un Territorio della Provincia di Katanga) nel 2011 con fondi sostanziosi provenienti dall’Unione Europea e grazie al generoso sostegno finanziario e logistico da parte della Provincia di Katanga. Il terzo partner finanziario è stata la Salvatoriaanse Hulpactie a Hamont (Belgio). P. Jaak Henkens ha sviluppato ed implementato il progetto; Arnout Mertens e SOFIA si sono fatti carico della gestione complessiva.

P. Jaak Henkens, un missionario salvatoriano belga che vive in Congo dal 1976, ha disegnato questo progetto pilota della Provincia ed è riuscito a realizzarlo nel suo insieme: dalla costruzione della diga e della centrale idroelettrica alla traccia della linea di trasmissione e alla sensibilizzazione della popolazione locale. Con l’aiuto sia di esperti esterni che della sua comunità è stato in grado di mettere in piedi questo ambizioso progetto.

ELKAP ha cambiato la vita di 45.000 persone. L’impianto produce 200 kW di energia verde ed è dotato di una rete elettrica che collega Musumba, Ntita (dove si trova il convento salvatoriano) e Kapanga. Gestito dai Salvatoriani come entità non profit separata, ELKAP consente agli ospedali di conservare i loro farmaci in appositi frigoriferi e di effettuare degli interventi chirurgici d’emergenza anche durante la notte. Maestri di scuola ed alunni sono in grado di continuare ad insegnare e studiare dopo il crepuscolo; le emittenti radio possono servire l’area 24 ore su 24. La popolazione ha la possibilità di mettere su laboratori e piccole attività commerciali che abbisognano di corrente elettrica, quali la lavorazione delle colture o la saldatura. L’antenna telefonica permette una comunicazione stabile, e infine, gli abitanti di una parte remota di questo Paese svantaggiato hanno finalmente l’opportunità di concedersi qualche piccola comodità in più.

Il tasso di elettrificazione della R.D.C. si aggira sull’11% – equivalente ad un mero terzo della media dei paesi dell’Africa subsahariana –, un tasso questo peraltro nemmeno stabile a causa delle frequenti interruzioni di corrente (v. Global Status Report 2012 REN21). Nelle zone rurali invece, dove vive il 77% dei 65 milioni di congolesi, il tasso di elettrificazione non supera nemmeno l’1%.

Le opportunità di produrre energia elettrica, per quanto enormi, sono largamente inesplorate. ELKAP dimostra che è fattibile sviluppare dei progetti di elettrificazione rurale nella R.D.C. nonostante la mancanza sia di infrastrutture di base per il trasporto che di un quadro giuridico-istituzionale. Lo sfruttamento del potenziale idroelettrico esistente e il ricorso alla manodopera locale consentono la realizzazione di progetti di questo tipo, a condizione che si possa far leva sul sostegno finanziario e logistico da parte delle autorità locali e sulla partnership con un’organizzazione internazionale del calibro dell’UE.

La cerimonia inaugurativa è iniziata con una visita alla diga, dove P. Jaak ha illustrato alle autorità presenti i dettagli della costruzione; successivamente i celebranti hanno fatto una passeggiata istruttiva lungo le condotte forzate. In seguito ad un breve intermezzo animato da danze e canti presentati da alcuni leader della comunità, gli illustri invitati hanno ispezionato la sala macchine e il punto di partenza della linea di trasmissione. Le festività si sono concluse al centro di Musumba, dove un’immensa folla si era riunita per ascoltare i discorsi elogiativi delle autorità.

Nell’insieme questo progetto è un esempio eccellente della collaborazione proficua tra i Padri operanti nelle missioni e SOFIA, l’Ufficio salvatoriano per la cooperazione internazionale a Roma. Preparatevi – la Pro-Provincia del Congo sta già sognando ELKAP II…

KapKat
P1000189
P1000194
P1000272
P1000296
P1000252
P0001
P0002
ELKAP4
Elkap-IMG1422-1
Elkap-IMG1422-2
Elkap-IMG1422-3
Elkap-IMG1422-4
Elkap-IMG1422-5
1024-Elkap-FC-1
1024-Elkap-FC-3
1024-Elkap-FC-4
1024-Elkap-FC-5
1024-Elkap-FC-6
1024-Elkap-FC-2
1024-Elkap-FC-7
1024-Elkap-FC-9
1024-Elkap-FC-8
1024-Elkap-FC-10
1024-Elkap-FC-12
20150928184955resized
1024-Elkap-FC-11

Sostieni i nostri apostolati

Scopri come puoi farlo.

Iscriviti alla nostra newsletter

E ricevi notizie occasionali da noi.

P. Francesco Jordan SDS

Founder

Pensieri del Fondatore

Nessun sacrificio, nessuna croce, nessun soffrire, nessuna desolazione, nessuna tribolazione, nessun attacco, oh! Nulla ti sia troppo difficile con la grazia di Dio. Posso tutto in colui che mi conforta.

Grandi Salvatoriani

SDS

La Casa Madre

Motherhouse

Curia Generalizia

Via della Conciliazione, 51
I - 00193 ROMA, ITALIA

Ufficio Roma, 47
Casella Postale 102
00193 ROMA, ITALIA

Policy:   PRIVACY || COOKIES
Informativa sulla privacy e sui cookie

Questo sito Web utilizza i cookie necessari al suo funzionamento e necessari per raggiungere i suoi scopi.
Accettando questo accetti la nostra politica sulla privacy e sui cookie.